logo
TRIAL TEAM VALLI DEL CANERA Tel. 0746/218131 Fax 0746/247209   mail  info@trialvallidelcanera.com
moto

 

MULATRIAL DI ROCCANTICA
01/12/2016
“Il 2017 sarà l’anno della svolta”, cosi Maurizio Aluffi, uno che di trial se ne intende.
Che significato dare a questa affermazione?
Le gare titolate non portano nuovi piloti e il grosso degli appassionati non vi partecipa preferendo utilizzare la moto per altri scopi. Prima di tutto per divertirsi, per scoprire le bellezze del territorio, per stare insieme, per rilassarsi, per tenere lontano le stress quotidiano.
E cosi il moto club 3 valli ha deciso di cambiare strada. Anche My trial, azienda che fà capo a Daniele Proietti, grande appassionato, prima che imprenditore, sposa “la causa” e decide di promuovere il trial attraverso l’attività di base.
Ripartire dagli allenamenti sociali, dalle scuole di addestramento trial, dalle gare amatoriali, dalle manifestazioni motoalpinistiche ecc.
Sono stati i ragazzi di Roccantica a lanciare la prima sfida: organizzare un evento a favore della popolazione di Norcia colpita dal terremoto. Nasce cosi il “Trial per Norcia”, una mulatrial che ha avuto come base di partenza l’antico borgo sabino, non nuovo a questi eventi. Già negli anni 80 qui venivano organizzate le prime gare di trial del centro-sud. Marco Sileri, Federico Perfetti, Leonardo Angelelli, Fabrizio Iucci e, ovviamente, Daniele Proietti, hanno tracciato un percorso di circa 30 chilometri, andando a riscoprire antichi tratturi che videro transitare il mai dimenticato Primo Sileri, Mauro Cimini, i fratelli Bianchini, Gabriele Gargani, Nicola Fabricatore ecc. Hanno risposto all’appello degli organizzatori una settantina di piloti provenienti da diverse parti d’Italia. Un grande successo, visto il poco tempo a disposizione per mettere insieme il raduno. Il maltempo dei giorni scorsi ha dato una tregua ma ha lasciato un terreno viscido e fangoso che ha messo a dura prova i piloti, specie nella prima parte del percorso. Partenza alle ore 10. Il paesaggio è bellissimo, come solo in questo periodo sa esserlo. L’autunno, la stagione più dolce dell’anno, quando i boschi si tingono delle sfumature del fuoco e il clima permette ancora di godere suggestive e indimenticabili escursioni all’aria aperta. I Monti Sabini ci regalano la magia dei colori e i sapori della tavola. Il lungo serpentone di trialisti si è diretto verso Monte Pizzuto, attraversando boschi secolari, ripercorrendo sentieri che sono la storia e la tradizione del territorio. Sotto un cielo terzo e un tappeto di foglie “la carovana” ha risalito il sentiero che dalla chiesa di San Michele porta a Valle Gemini. Il mitico Gimmi Rossi, vittima di una brutta caduta, anche se dolorante, riesce ad arrivare al traguardo in compagnia degli amici di sempre: Filippo Colalelli e Federico Patacchiola.
Alle 15,30 i piloti concludono l’escursione. Ma non è ancora finita. Come consuetudine, tutti intorno ad un tavolo per rifocillarsi.
La natura aspra e dura, appena sfiorata dalla mano dell’uomo, ci ha, ancora una volta, regalato, una giornata meravigliosa.
Viva il trial!
FOTO DELLA GIORNATA
Link 1    Link 2
PROVATA . . . .
27/11/2016
Dopo un sabato a contare quanti millimetri di pioggia fossero caduti è arrivata una domenica all’insegna del bel tempo.
Breve giro di telefonate e tutti al bar prima di approdare al Trial Parck “U Buccumerone” a provare la nuova arrivata: la Scorpa. Fornita dal boss di My Trial Daniele Proietti a Maurizio Aluffi, per saggiarne la qualità e rilanciare il marchio che da queste parti riscosse un notevole successo quando ancora era motorizzata Yamaha. Maurizio la portò in gara appena venne importata in Italia. Allora montava il motore rotax ed aveva una potenza impressionante. Era un po’ delicata ma molto innovativa. Altri tempi. Allora era di produzione francese, ora è la “sorella” della Sherco con cui condivide proprietà e gran parte dei materiali con cui viene costruita. Ma se pensate che siano uguali vi sbagliate. L’occhio attento riconosce le differenze e quando la guidi le noti ancora meglio. Per questa prova abbiamo scelto un pilota che è di casa da queste parti: Federico Patacchiola. Dopo dieci anni di 4 tempi sembra deciso a tornare al 2. Ci spostiamo in un’area assolata. Sistemiamo leve, manubrio e sospensioni.
La moto si avvia al primo colpo.
Passa di mano in mano.
Piace molto.
È brillante, leggera, con una buona aderenza. Il Presidente Trecci si dice entusiasta, anche se “stanca” molto . . . Ma le novità non sono finite. Maurizio dice che c’è una concreta possibilità che, insieme a Daniele Proietti, si allestisca un team Scorpa. Ne faranno parte i sopracitati, Giorgio Aluffi, Iucci Fabrizio e qualche giovane promessa.
Nel frattempo, nella giornata di ieri, a Giorgio è stata consegnata una “factory” per prendere confidenza e poi decidere quale modello scegliere. Sarà il pilota di punta nella TR4.
Intanto la Scorpa impressiona e anche Federico Patacchiola ammette: “dopo tanti anni con la Beta 4 tempi non pensavo ad un ambientamento così veloce. La moto mi piace, ha un gran motore, anche sui sassi di grandi dimensioni risponde a dovere, ma è nelle salite che dà il meglio di sé. Una bella sospresa”. Alcune foto

IL TROFEO CHIUDE A SAN MARINO
20/11/2016
L'ultima prova del Trofeo centro-sud si è svolta il giorno 16 ottobre 2016 nella Repubblica di San Marino.
A quest'ultimo appuntamento si sono presentati una cinquantina di piloti.
Classica formula delle 8 zone da ripetersi tre volte (6 per gli Juniores) tutte dislocate in un’area chiusa al traffico e distanti poche centinaia di metri l’una dall’altra. La pioggia molto intensa caduta nella giornata di venerdì ha reso alcuni passaggi molto viscidi, costringendo anche i più bravi e preparati ad aiutarsi con qualche piede. Il percorso di gara ha comunque ottenuto gli ampi consensi degli oltre sessanta partecipanti che hanno affrontato zone certamente tecniche ed insidiose ma assolutamente non pericolose.
Filippo Colalelli, nella TR5 vince gara e titolo e regala una bella soddisfazione al Trial Team Valli del Canera e al moto club 3 Valli.
Nella TR4, assente Giorgio Aluffi, ci ha pensato Alberto Santi a salire sul terzo gradino del podio. Il miglior risultato stagionale per il bravo pilota romano.

I titoli di Campione Trofeo Centro Sud 2016 sono andati a : Pezzella Prisco (TR2), Gasco Giacomo (TR3), Patacchiola Federico (TR3Over), Verniani Silverio (TR4), Colalelli Filippo (TR5), Giaquinto Niko (JB), Valletta Emanuele (JC) e al MC La Stalla tra i CLUB.

Alcune foto della giornata

Classifica Finale Campionato
PROVIAMO A RIALZARCI........
15/11/2016
Il terremoto ci ha giocato un brutto scherzo.
Non sono bastati i tragici eventi del 24 agosto, non abbiamo avuto nemmeno il tempo di abituarci ad una lenta programmazione per ripartire, che è arrivato un secondo evento, il 30 ottobre, ancora più intenso del primo, e siamo risprofondati nella disperazione, nella convinzione di non farcela.
Anche la gara del Trofeo centro-sud di Monte San Giovanni in Sabina, la nostra gara, in programma per il giorno 11 settembre è stata annullata e rimandata al 25 settembre. Tra mille difficoltà e con il cuore a pezzi, abbiamo organizzato una bella gara, con qualche novità, sia nel percorso che nella tracciatura di alcune zone. Una cinquantina i piloti al via. Meno del solito. Forse gli avvenimenti di cui sopra hanno scoraggiato i concorrenti, specie quelli che risiedono nelle regioni più lontane. Solita ottima dislocazione per paddock e partenza. Il ristorante "da Capparella", adiacente il Trial Parck, ben si presta ad ospitare eventi come questi e la disponibilità dei proprietari aiuta a creare un clima particolare e familiare. La giornata di bel tempo ha reso ancora più belle le zone tracciate con la solita maestria dai soci del moto club 3 Valli.
IL CAMPIONATO TRIAL RIPARTE DA
MONTE SAN GIOVANNI IN SABINA
12/09/2016
Dopo i tragici avvenimenti del 24 agosto, pian piano la vita riprende il suo percorso naturale, anche se nulla sarà più come prima.
Non ce la siamo sentita, troppo scossi da un evento che ci ha portato via più di trecento concittadini, amici, lavoratori. Chi è rimasto ha perso tutto, casa, lavoro, gli affetti più cari.
E cosi, grazie anche alla sensibilità della FMI e dell'Amministrazione comunale, abbiamo deciso di rinviare la gara.
Ripartiamo il 25 SETTEMBRE 2016.
La IV prova del Trofeo centro-sud si svolgerà regolarmente. La località, ormai famosa tra gli appassionati, è Monte San Giovanni in Sabina. Qui, dove è stata autorizzata una vasta area per la pratica del trial, abbiamo/stiamo lavorando per regalarvi una straordinaria giornata all'insegna dell'amicizia e della purezza di uno sport qual'è il trial. Ci saranno diverse novità: 3/4 zone saranno affrontate per la prima volta, il trasferimento subirà diverse modifiche e potranno partecipare anche coloro che sono in possesso della sola tessera FMI . La gara è valida anche per il Campionato reginale laziale. Tutte otto le zone sono facilmente raggiungibili dal pubblico.
La partenza è prevista per le ore 10.,00 dal Ristorante "da Capparella" in Località Gallo.

COMUNICATO
01/09/2016
Comunicato
UN GIORNO CON LA VERTIGO
AL TRIAL PARCK DI MONTE SAN GIOVANNI
10/08/2016
Era da un pò di tempo che si parlava di effettuare un test approfondito con la nuova Vertigo. E cosi, grazie all'amico concessionario Luca Menichelli, si è concordato il fatidico giorno. Di buon mattino ci si ritrova al bar "l'Immaginetta" di Monte San Giovanni in Sabina". Veloce colazione e via al Trial Parck "U Buccumerone". Parcheggio all'Osteria del Tancia, veloce messa a punto, e si parte. La moto fa' sentire il suo gradevole borbottio. Fà molto caldo e allora decidiamo di saggiare le doti tecniche della moto in un fiumiciattolo che garantisce frescura e ostacoli di ogni genere. Con la Vertigo si acquisisce subito un buon feeling. Il motore gira corposo e spinge forte anche solo ad un leggero colpo di gas. Per i meno "bravi" è anche troppo irruento. Il terreno è viscido ma la moto è stabile e le sospensioni assorbono bene le asperità. Quasi tutti i presenti vorrebbero non fermarsi mai e la Vertigo passa di mano in mano....... Verso ora di pranzo ci spostiamo su un terreno roccioso dove l'aderenza non manca. La moto vola sugli ostacoli, ed è proprio su questi che dà il meglio di se. Guardare le immagini per credere! Il tempo è volato e quasi alle 14 affrontiamo altri tipi di ostacoli. Ci aspetta il Ristorante da "Capparella", dove i trialisti sono di casa e le prelibatezze culinarie del luogo aspettano solo di essere consumate.
E' stata una bella giornata e la Vertigo è una sorpresa da prendere in considerazione al prossimo cambio moto.
Alcune foto della giornata

IL CAMPIONATO CENTRO SUD
DOPO IL TERMINILLO
01/08/2016
Sono stati una settantina i piloti che si sono presentati al Terminillo il 19 giugno 2016 per disputare la 3° prova del Trofeo Centro Sud. I soci del Trial Club Rieti capitanati da armando Crescenzi e Matteo Rossi hanno riproposto il classico giro che con partenza da Pian de Valli porta a Campoforogna per poi "perdersi" nelle faggete sottostanti il rifugio Sebastiani dove sono state tracciate sette zone su otto. Un gran lavoro, zone tecniche ma non pericolose, com'è nella tradizione del Club. L'ultima zona è stata tracciata nelle vicinanze della partenza. Le previsioni meteo non promettevano nulla di buono, ma la mattinata si presentava fresca ma senza pioggia. I primi a partire sono stati i piloti della Tr5 seguiti da quelli della Tr4, le classi più numerose. le prove apparivano di media difficoltà ed i punteggi del primo giro lo dimostrano. Improvvisamente le nuvole cominciavano ad addenzarsi minacciose, arrivava un vento freddo e le prime gocce di pioggia. Ma nessuno avrebbe immaginato il diluvio che verso ora di pranzo si è abbattuto sulla montagna reatina. Tra lampi e tuoni non è mancata una fortissima grandinata e una temperatura molto vicina allo zero termico. Le zone sono diventate quasi impraticabili, i punteggi del primo giro triplicati. Alcuni piloti hanno preferito abbandonare la gara, alla fine si conteranno venticinque ritirati. Un numero impressionante. Nella Tr5 un grande Filippo Colalelli, con il primo giro a 0, ha battuto l'amico e compagno di squadra Maurizio Aluffi. Sul terzo gradino del podio Cesare De Siena. Ancora un ottimo risultato per Fabrizio Iucci, quinto, e di Lorenzo Martinis Gon,ottavo. Il moto club 3 Valli piazza cosi quattro piloti nei primi otto. Nella Tr4 ben ventisette piloti al via. Ad avere la meglio è stato il fiorentino Silveri Verniani. Grande battaglia per i rimanenti posti sul podio tra Marco Marranci e Giorgio Aluffi. Finiranno pari e solo alla conta degli"uno" avrà la meglio Marranci su Giorgio Aluffi, al suo primo podio stagionale. Al sesto e settimo posto altri due piloti del moto club 3 Valli: Alberto Santi e Leonardo Angelelli. Nella Tr 3 Ov Federico Patacchiola vince meritatamente davanti a Ivan Giovacchini e Roberto Anastasi. Nella Tr3 lotta in famiglia tra i fratelli Gasco. La spunterà Giacomo per una sola penalità di scarto. Buon terzo Francesco Pasquali. Gara solitaria per Prisco Pezzella nella Tr2. Un'occhiata agli juniores: nella categoria D vince Alessio Pallisco, nella C Emanuele Valletta che sopravanza Leonardo Nardone , mentre nella B, ad avere la meglio è stato Mario Parricelli. Buon secondo Niko Giaquinto. Adesso il trial del centro sud si prende una lunga pausa estiva.

Si ripartirà con la 4° prova in programma per l'11 settembre, a Monte San Giovanni in Sabina, dove i soci del moto club 3 Valli promettono piacevoli novità.

TROFEO CENTRO SUD
14/06/2016
Domenica 22 maggio 2016 il Trofeo Centro Sud ha fatto tappa a Cagli (PU).
Il Comune di Cagli si trova nell'entroterra marchigiano, a Nord-est dell'Appennino, con i suoi 226,16 kmq è uno dei comuni più estesi della Regione Marche. Il centro urbano di Cagli si sviluppa in un'area delimitata perimetralmente da due fiumi che nascono nella vicina Umbria: il fiume Bosso ed il fiume Burano. 71 i piloti al via. Una decina del Trial Team Valli del Canera. 7 le zone da ripetersi tre volte. Gran lavoro quello del locale moto club che il mercoledi precedente la gara si è visto cancellare il lavoro di mesi da un manipolo di pseudo ambientalisti che ha preteso l'eliminazione di quasi tutte le zone, inducendo il Sindaco a modificare le autorizzazioni precedentemente condivise con gli altri enti preposti.
INCREDIBILE!!!!
Gli organizzatori non si sono arresi e nonostante le pessime condizioni atmosferiche sono riusciti a salvare la gara.
Tra i reatini si è distinto ancora una volta Federico Patacchiola, secondo nella TR3Over. Avrebbe potuto vincere ma qualche "problemino" con la moto non gli ha consentito di esprimersi al meglio.
Tanti i piloti del moto club 3 Valli nella TR4. Il migliore è stato Alessandro Caselli, sesto, ma era quarto alla fine del primo giro. Incomprensibile la condotta di gara di Giorgio Aluffi, settimo, con un giro iniziale da dimenticare ed un secondo e terzo al livello dei migliori. Ancora una bella gara di Leonardo Angelelli, nono; nei quindici anche Alberto Santi, tredicesimo. Combattuta la TR5 con i nostri portacolori protagonisti. Maurizio Aluffi era primo al termine della prima tornata, ma comprometteva tutto nella non difficile zona cinque, tre penalità, dove è sempre transitato a zero. Ottimo comunque il suo secondo posto. Al suo fianco Filippo Colalelli, terzo. Ha lasciato nove penalità totali alla zona quattro, per il resto diciotto zone a zero......Ancora un bel quinto posto per Fabrizio Iucci, quinto.

Prossimo appuntamento sul Terminillo, il 19 giugno, per il terzo round.

DA CASTELNUOVO AL PORROALE
25/04/2016
Il 19 e 20 marzo sono state due giornate intense per i trialisti che "affollano" il centro Italia.
Il 19, con la scusa che Daniele doveva consegnare la nuova Sherco a Giorgio, ho fatto un salto a Castelnuovo di Porto. La giornata era cominciata male, il furgone non si è messo in moto e sono partito con notevole ritardo. Ma la "truppa" ha avuto la pazienza di aspettarmi. Perdiamo un pò di tempo per le consuete operazioni di manutenzione e per "assemblare" la nuova Sherco. La moto è decisamente bella, si avvia dopo due colpi. Niente regolazioni, è già tutto a posto. Arriviamo in un area "semi" privata. Daniele dice di averla bonificata quasi da solo. Ottimo lavoro, rocce, acqua, grandi salitoni, sottobosco, insomma tutto quello che ci vuole per passare una bella giornata in compagnia.
Ci sono i ragazzi "terribili", Francesco e Andrea, ma anche vecchie conoscenze, Graziano, Rinaldo, Maurizio, Alberto 1 e 2, Daniele e il sottoscritto. La Sherco è sorprendente, rapidissima, con un motore da paura. Sugli ostacoli ti spinge in alto, le sospensioni aiutano ad ammorbidire i colpi. Un mix piacevole anche perchè ai bassi regimi il motore è brillante, poderoso, dolce nell'erogazione.
E' mezzoggiorno, saluto e riparto.Alcune foto della giornata

Il giorno seguente si cambia. Saliamo sopra Poggio Perugino, al Porroale.
Un luogo familiare ai trialisti delle Valli del Canera. Dal versante est io Giorgio e Alessandro, dall'altro Leonardo, Fabrizio, Roberto e Edoardo. Il sottobosco è molto umido, quasi fangoso. Dopo aver disegnato un paio di zone ci spostiamo su un canalone esposto al sole e quindi meno insidioso. Giorgio si trova bene sulla nuova moto e prova "passaggi" impegnativi.
La giornata primaverile invoglia ad osare. Un buon allenamento in vista della prima gara!
Si è fatto tardi. Saluti, pacche sulle spalle e via, alla prossima!!!!!
Alcune foto della giornata

A PROPOSITO DI PASSAGGI DI CATEGORIA
30/03/2016
Ci sono arrivate diverse richieste di chiarimento rispetto ad eventuali passaggi di categoria. Aiutandoci con l'annesso trial proviamo a dare qualche risposta.
1) Tutte le vittorie di campionato/ Trofeo Nazionale e/o regionale comportano la relativa promozione di categoria.
2) Le categorie Over 30 e 40 sono escluse da titoli di merito e conseguenti promozioni, ma subiscono le relative penalizzazioni nel caso di permanenza nella categoria.
3) I passaggi di categoria per merito, in base alle classifiche dell'anno precedente, costituiranno un obbligo per i piloti oggetto della promozione. I piloti che non accettano la promozione per titoli di merito potranno restare nella stessa categoria o in un'altra con pari livello di difficoltà, ma subiranno una penalizzazione in campionato oggetto della promozione/richiesta di inserimento, pari al punteggio attribuibile alla prima posizione di una gara.
4) L'eventuale rinuncia del titolo di merito acquisito nel CITO e eventuali richieste di retrocessione devono essere approvate dal CSN- Comitato Trial e/o CO:RE di competenza comporterà la penalizzazione in tutti i campionati/trofei a cui il pilota parteciperà.
5) L'eventuale rinuncia del titolo di merito acquisito nei campionati/trofei territoriali e eventuali richieste di retrocessione comporterà la penalizzazione nel solo campionato/trofeo oggetto del merito.
6) La permanenza nella categoria Tr2 e FEM nei campionati regionali dei relativi vincitori non comporta la penalizzazione.
Ed ora, sperando di essere stati esaurienti, "correte" a richiedere la licenza e buon divertimento.
TRA MENO DI UN MESE PRENDE IL VIA
IL TROFEO CENTRO SUD
25/03/2016
Il 10 aprile 2016, il moto club Racing Terni, organizza la prima prova del trofeo Centro Sud. Per l'occasione si torna in una località storica per il trial umbro, CARSULAE, in provincia di Terni. Classiche 8 zone da ripetersi per tre volte. Quest'anno saranno cinque le prove valide per il Trofeo.
Questo il calendario:
10/04/2016 M.C.Racing Terni Carsulae (TR)
22/05/2016 M.C. Cagli Cagli  (PU)
19/06/2016 M.C. Trial Club Rieti Terminillo (RI)
11/09/2016 M.C. 3 Valli Monte S.Giovanni in Sabina (RI)
09/10/2016 M.C. Tre Torri San Marino
A PROPOSITO DI REGOLAMENTI........
25/03/2016
Anche nel Trofeo Centro Sud trial 2016, si applicheranno le nuove norme contenute nell'Annesso Trial.
L'intento del Comitato trial è stato quello di ridurre i casi di insuccesso puniti con il massimo delle penalità ma inesprendo e inserendo i cartellini gialli in modo tale da non influire sull'aspetto di valutazione delle penalità nelle zone controllate da parte degli Ufficiali di zona, ma piuttosto su alcune disfunzioni "comportamentali". Viene pertanto permesso l'arretramento anche con il piede a terra, eliminato il concetto di incrocio ed introdotta la sequenza con numerazione delle porte nella zona controllata ove si ritenga opportuno per far si che il pilota percorra le porte nella zona senza altre interpretazioni rispetto al pensiero del tracciatore.
Nel Campionato Italiano CITO sarà richiesto il doppio ingresso IN delle zone controllate, differenziati per le categorie TR1/TR2 e le altre, ed eventualmente, ove necessario, anche i FIN.
UN GIORNO CON FEDERICO PATACCHIOLA
07/03/2016
Non è stato un inverno freddo, anzi il contrario....
Questo ci ha consentito di andare in moto praticamente tutte le domeniche. Federico Patacchiola per qualche settimana si è dedicato alla sua nuova autofficina e a fare un pò di manutenzione alla moto. Lo aspettiamo al Trial Parck di Monte San Giovanni in Sabina "U Buccumerone". E' una bella giornata di metà gennaio, ci incontriamo al bar dell'"Immaginetta". Beta 4T, aggiornata e lucidata, mod. 2016, ben in vista sul Pick Up. Quattro chiacchiere e si parte.
Federico non è nato nelle nostre Valli, ma qui è "cresciuto" come trialista e come uomo. Fin da bambino si allenava e partecipava alle prime "garette" a casa di Maurizio Aluffi o in quella che sarebbe diventata la prima area autorizzata delle Valli del Canera, al confine tra il Comune di Rieti e Monte San Giovanni in Sabina. Erano gli anni belli del trial. Una "covata" di giovanissimi crescevano impetuosamente, la mattina presto arrivavano i fratelli Leone, Alessandro e Daniele, Federico e il fratello Giampiero (Patacchiola), i cugini Francesca e Sandro Di Giannantonio e cosi via. Avevano poco più di dieci anni....Francesca Di Giannantonio nel 2001 vincerà il Campionato Italiano, a soli 18 anni.
Federico Patacchiola si aggiudicherà il titolo di Campione Italiano Junior nel 2000.L'anno successivo, nella categoria superiore, la Senior, ad un passo dal professionismo, arriverà quarto. Poi l'abbandono del trial agonistico e tanto amaro in bocca per quanti avevano potuto ammirare la sua classe sopraffina, la guida spettacolare ed una innata simpatia. Non lasciò mai la moto ma il suo impegno rimase confinato a qualche esibizione e poco altro.
Nel 2015, convinto dall'inseparabile amico Filippo Colalelli, è tornato sui campi di gara. Federico è stato e rimane il miglior trialista reatino di sempre. E' ripartito dalla Tr 3 Over e ha subito vinto il Campionato centro sud e trascinato al quarto posto la squadra del Lazio al Trofeo delle Regioni.
Da qualche anno ha trovato nella Beta 4T la moto ideale e anche quest'anno resta fedele alla moto fiorentina. Federico ormai si allena stabilmente qui nelle Valli del Canera e anche per questo era e rimane uno di noi, pronto a ripartire per una nuova grande stagione.
Forza Fede!!!!!!! qui sarai sempre il benvenuto.
Alcune foto della giornata
LA NEVE FERMA IL MASTER BETA
07/03/2016
Nonostante gli sforzi del moto club Domo 70 la gara di apertura del Master Beta, in programma per il giorno 6 marzo 2016, a Crodo, è stata annullata a causa di una copiosa nevicata.
A meno di un improbabile recupero, l'inizio del Master avverrà il 24 e 25 aprile 2016 con la due giorni di Crevacuore (Biella)
A GRATTAROLA LA DUE GIORNI DELLA BRIANZA
06/03/2016
Un centinaio di piloti hanno partecipato alla trentaquattresima edizione della 2 Giorni della Brianza.
La pioggia non ha dato tregua in entrambe le giornate creando un'atmosfera più simile alla 6 giorni di Scozia che ad una gara italiana. Le zone sono però risultate fattibili un pò per tutte le categorie. Ha vinto, come da pronostico, Matteo Grattarola. Ottimo secondo Daniele Maurino, al debutto con la Sherco, pilota molto conosciuto dalle nostre parti, per aver partecipato nel 2015 ad una scuola di trial proprio il giorno dell'inaugurazione del Trial Parck a Monte San Giovanni in Sabina. Sul terzo gradino del podio Francesc Moret, spagnolo che vive quasi stabilmente in Italia e che già dall'anno passato partecipa a tutte le gare di Campionato Italiano. Ottimo quarto un altro pilota " di casa", Pietro Petrangeli, di Savelli di Norcia, che fin da ragazzino si allena e partecipa ad ogni nostra iniziativa.
Per un reportage completo della gara visitate il sito www.mototrial.it

GRATTAROLA

MAURINO

MORET

PETRANGELI

OLD TRIAL CUP 2016
01/03/2016

Dopo la classica Due Giorni della Brianza, che segna l'inizio della stagione agonistica, è in arrivo la OLD TRIAL CUP, giunta alla XXI edizione.
Anche questa è una classica soprattutto per le moto d'Epoca.
Si svolgerà il 9 e 10 aprile 2016 a Caglio.
Diversi piloti reatini negli anni hanno partecipato a questa gara. Iniziarono già con la prima edizione, Maurizio Aluffi, Roberto Gianferri e Romolo Taliani. Negli anni si sono aggiunti anche semplici appassionati richiamati dal fascino del trial " di una volta" e da un percorso di gara impareggiabile. Chi è poco propenso a cimentarsi sulle zone puo partecipare alla Mountain Trial dei Monti di Sera. Basta una tessera FMI e una moto da trial, di qualunque "epoca". La formula di gara prevede due giornate distinte con classifiche valide in entrambe le giornate. Il percorso toccherà, come sempre, i comuni di Caglio, Sormano e Rozzano. Il motoclub Canzo, organizzatore della manifestazione, riserverà, come sempre, qualche novità ai partecipanti. Percorso parzialmente rinnovato, cosi come le zone, sempre in stile Scozia, e un ricco fine gara che grazie alla locale Pro loco, "allieterà" il palato dei piloti con prodotti tipici della zona.
A questo punto non ci resta altro che invitarvi a partecipare e ad augurarvi, buon divertimento.

Moduli iscrizione: inglese   Italiano

IL 27 e 28 FEBBRAIO LA 34^ EDIZIONE
DELLA DUE GIORNI DELLA BRIANZA
24/02/2016
La stagione agonistica 2016 riparte, com'è ormai tradizione, dalla Due Giorni della Brianza. Una classica, giunta alla 34 edizione, la gara più antica esistente in Italia. Il percorso ricalcherà quello dell'edizione 2015, ma ci saranno importanti novità sia per quanto riguarda il trasferimento, molto più fuoristrada, sia per le zone.
Verranno riutilizzate le nuove aree della passata stagione, ampliate e con nuove zone. Sarà l'occasione per valutare il nuovo regolamento, i tracciatori terranno in debita considerazione le regole introdotte. Si attendono al via i piloti di punta che animeranno il Campionato Italiano 2016, primo fra tutti Grattarola, e poi Tournour, Petrella ecc. Confermata la zona partenza presso il centro sportivo "STENDHAL SPORT CLUB" in riva al lago di Oggiono. Il moto club Monza "riconferma" la dedica del Trofeo alla memoria dell'ideatore di questa gara, Giulio Mauri.
Ai primi dieci di ogni categoria verrà consegnato il tradizionale boccalino di rame, simbolo storico della DGDB.

Programma
LA FMI PREMIA I SUOI CAMPIONI  
ROMA  17 GENNAIO 2016
25/01/2016
Il Comitato Regionale Lazio, guidato dal Presidente Maurizio Simonetti, il 17 gennaio 2016, ha premiato i suoi piloti che si sono distinti nella stagione agonistica 2016.
Ad ospitare l'evento il Palazzo del CONI di Viale Tiziano, a Roma. Una sala stracolma ha accolto i campioni dell'enduro, del moto-cross, del motard e ovviamente del trial. Riconoscimenti per personalità, organizzatori, moto-club e sponsor.
Per il trial l'ha fatta da "padrone" il moto club 3 Valli. Nella categorie TR4 e TR5 i piloti del club reatino hanno occupato l'intero podio. Nella TR4 sul gradino più alto del podio Alberto Santi, seguito da Alessandro Caselli e Rinaldo Ciampolillo. Nella TR5 ha vinto il titolo di Campione Regionale è stato il "sempre verde" Maurizio Aluffi che ha preceduto l'amico e compagno di team Filippo Colalelli. Sul terzo gradino del podio un altro sabino, Fabrizio Iucci.
Al moto club 3Valli è andato anche il titolo di club. A seguire il Trial Club Rieti e il moto club Segni.
Al moto club 3 Valli è stato assegnato anche il riconoscimento per aver organizzato la migliore gara del 2015: il Trofeo centro-sud a Monte San Giovanni in Sabina. A ritirare la targa sono stati il vice-Presidente Giovanni Vincenti e il "tracciatore" Romolo Taliani.
Per l'impegno e la dedizione, riconoscimento a Maurizio Aluffi, delegato regionale trial. Targa ricordo anche per le squadre che hanno partecipato al Trial delle Regioni. Per la squadra del Trofeo, quarta classificata, sul palco: Federico Patacchiola, Davide Zaccagnini e Alberto Santi. Per la squadra di Coppa, hanno sfilato Giorgio Aluffi, Alessandro Caselli e Rinaldo Ciampolillo.
Al termine della cerimonia, il Presidente Maurizio Simonetti, ha dato appuntamento al prossimo anno.
Alcune foto
DOMENICA 17 GENNAIO 2016
LA FMI PREMIA I CAMPIONI DEL TRIAL
14/01/2016

Il trial laziale ha partecipato con tre squadre al Trial delle Regioni del 2015.
Il 25 ottobre 2015, in una splendida cornice naturale, oltre centocinquanta piloti, in rappresentanza di quasi tutte le regioni, si sono ritrovati a Vittorio Veneto (TV) per contendersi i titoli delle varie categorie.
Ottima la prestazione della squadra laziale del Trofeo, la categoria più ambita e più difficile. Un ottimo quarto posto, nemmeno troppo lontano dal podio.
Hanno difeso i nostri colori: David Zaccagnini (Beta), Federico Patacchiola (Beta 4t) e Alberto Santi (Sherco).
Meno bravi e forse un pò sfortunata la squadra di Coppa composta da Giorgio Aluffi (Sherco), Alessandro Caselli (Sherco) e Rinaldo Ciampolillo (Gas Gas).
Una bella soddisfazione anche per la squadra di Club formata da Maurizio Aluffi (JTS) e Filippo Colalelli (Beta) settima.
Domenica, oltre ai piloti sopracitati, sfileranno sul palco i campioni regionali.
I piloti del moto club 3 Valli, hanno dominato la stagione. Nella TR4 ha vinto il titolo Alberto Santi che si è imposto su Alessandro Caselli e Rinaldo Ciampolillo. Tutti del 3 Valli. Stessa "storia" nella TR5, dove Maurizio Aluffi sale ancora una volta sul gradino più alto del podio, affiancato da Filippo Colalelli, secondo e Fabrizio Iucci terzo. Anche in questa categoria tutti i piloti sono portacolori del moto club 3 Valli che si aggiudica anche il titolo per Club.
Per il momento guardatevi il reportage da Vittorio Veneto.        Alcune foto


Appuntamento a domenica, ore 15,00, Palazzo del Coni, Viale Tiziano, Roma.

NOI CI SAREMO!!!

ANNO NUOVO SITO NUOVO.........
11/01/2016
Con l'arrivo del 2016 si cambia.
Per troppo tempo il nostro sito è stato dimenticato, ma con il cambio al vertice del moto club 3 valli si torna a dare grande importanza alla comunicazione e all'immagine del Team e per la promozione del trial e del territorio. "Grazie alla rinnovata disponibilità dell'amico Maurizio Palmerini, che da sempre cura la "manutenzione" del sito, afferma il Presidente Alessandro Trecci, ci proponiamo di dare agli appassionati una informazione puntuale e di facile fruizione.
In accordo con Maurizio Aluffi rivitalizzeremo alcune rubriche come quella che parla di motoalpinismo, oppure l'aggiornamento delle news dall'Italia e dal Mondo, gli allenamenti di gruppo, le prove delle moto ecc. A noi, continua Alessandro, interessano relativamente i grandi eventi, per questo tipo di manifestazioni ci sono siti più attrezzati, bensì contribuire a incrementare l'attività del Trial Park e del moto club 3 Valli". Quindi, spazio agli eventi organizzati nelle Valli del Canera, ed in particolare nel Comune di Monte San Giovanni in Sabina, nel Lazio e in tutto il centro sud.
Vi saranno contributi di piloti, organizzatori, tecnici che dedicano parte del loro tempo alla diffusione del trial. Sulle orme di quanto proposto nel 2015 in occasione della presentazione del Trial Park " U Buccumerone", anche in questo nuovo anno verranno proposti alcuni week end con personaggi di spicco del trial nazionale e internazionale per avvicinare i giovani alla pratica di questa affascinante specialità motoristica.
E sarà proprio il nostro sito ad anticipare gli eventi, a proporre incontri, ad organizzare passeggiate "motoalpinistiche" alla scoperta del nostro affascinante territorio. Inviateci suggerimenti, scriveteci articoli e lettere saremo felici di dare spazio a tutti quegli appassionati che con garbo e voglia di fare, ci aiuteranno a migliorarci.

Vi aspettiamo e buon divertimento a tutti.
ANCORA SULLA GARA DI MONTE SAN GIOVANNI
DEL 20 SETTEMBRE 2015
11/01/2016
La gara di Monte San Giovanni è stata veramente la più bella del campionato italiano Centro-Sud 2015. Grazie ad un fotografo d’eccezione Paolo Moro, amico del nuovo Presidente del moto club 3 Valli, Alessandro Trecci, possiamo rivivere i momenti più belli della manifestazione svoltasi il 20 settembre 2015. In attesa di conoscere i prossimi appuntamenti trialistici che avranno luogo al “Trial Park U Buccumerone” godetevi questo reportage e arrivederci alla prossima.
Alcune foto

FACCE DA TRIALISTI
11/01/2016
Il 4 ottobre 2015 il Trial Club Rieti ha organizzato la mountain-trial del Terminillo. Partenza e arrivo dall’ Hotel-Ristorante Da Arcangelo dalla località Madonna del Passo.
Sono stati una ottantina i piloti che si sono presentati al via. Un buon numero considerando lo stato attuale del trial. Una crisi che attraversa il settore dal nord al sud e che purtroppo non lascia presagire un futuro roseo. Comunque bisogna dare atto a Matteo Rossi, ideatore e factotum della manifestazione di aver allestito un’ ottima, manifestazione sia dal punto di vista organizzativa che del percorso, che ha portato i piloti fin quasi sulla vetta del Terminillo.
Paesaggio e giornata da ricordare.
Una bella soddisfazione per i ragazzi del Trial Club Rieti dopo le solite peripezie burocratiche per i permessi e i soliti “imbecilli” che si sono divertiti a rimuovere alcune segnalazioni che hanno ingannato diversi concorrenti portandoli a girovagare per la montagna prima di essere raggiunti dagli uomini del Club ed essere ricondotti sulla giusta via.
Chi conosce il contesto naturalistico della zona ha potuto ancor più apprezzare lo sforzo degli organizzatori per regalare agli intervenuti un percorso tecnico, ma non pericoloso, adatto a tutti i piloti più o meno esperti. Giusta qualche variante hard per i più “Facinorosi”. Non è mancato un ottimo spuntino a metà giro cosi come il pranzo finale.
Per tutti un arrivederci al prossimo anno.
Foto

ALESSANDRO TRECCI
È IL NUOVO PRESIDENTE DEL MOTO CLUB 3 VALLI
02/10/2015
Non poteva che essere il ristorante “CAPPARELLA” ad ospitare l’assemblea dei soci del moto club 3 VALLI. L’esercizio commerciale si trova nel Comune di Monte San Giovanni in Sabina, a ridosso del TRIAL PARK “U BUCCUMERONE”, dove domenica 20 settembre 2015 si è svolta l’ultima prova del Trofeo centro-sud. A gestire il ristorante c’è sempre Gabriella Capparella e la sua famiglia, appassionati trialisti, da sempre vicini al moto club 3 Valli. La location è il massimo, sia perché vicino all’area permanente, sia perché qui possono essere gustate le migliori prelibatezze dell’antica tradizione culinaria sabina.

Il 25 settembre 2015 si è maturata la svolta, che potremmo definire storica, del sodalizio che ormai da anni è considerato uno dei più attivi nel mondo del trial. I soci del club hanno eletto all’unanimità Presidente Alessandro TRECCI. Non solo un estimatore di questo sport, ma un praticante vero, un instancabile lavoratore, consigliere comunale e anima del progetto che proprio in questi giorni si è concretizzato con il rilascio delle autorizzazioni per l’avvio delle attività del TRIAL PARK. Ed è stato uno degli argomenti “preferiti” quello di poter finalmente disporre di una vasta area dove poter praticare il trial con tutta tranquillità. Succede allo “storico” Presidente Luciano Bucci che da tempo aveva manifestato la volontà di lasciare. Ad aprire i lavori è stato il personaggio che più di tutti ha voluto e creduto che il trial potesse essere una risorsa per un territorio che ben si addice alla pratica del trial: MAURIZIO ALUFFI.

“Un grazie di cuore a questa Amministrazione, ha detto Maurizio, guidata dal Sindaco Salvatore Mei e dal vice Claudio Autizi, ma non dimentichiamo la caparbietà del consigliere comunale Alessandro Trecci che ha voluto e lottato per ottenere un risultato storico”.

Ad affiancare Trecci un’altra “vecchia” conoscenza del trial, Giovanni Vincenti.
Anche lui ormai stabilmente a Monte San Giovanni e, ovviamente, strafelice di poter tornare a lavorare per un grande progetto.

Cinzia Francia rimane con il ruolo di Tesoriere, Azzurra Spoletini sarà il Segretario. Il “grande” Romolo Taliani, insieme con Maurizio Aluffi e Fabio Scasciafratti si occuperà di “percorsi” e di preparazione delle zone. Completano il Consiglio direttivo: Gianluca Nobili, Giorgio Aluffi, Alessandro Caselli.

Il moto club 3 Valli si candida quindi a guidare il ritorno del trial in una località da dove in realtà non si è mai allontanato. Certamente con un obiettivo ambizioso: tutelare il territorio e le sue tradizioni e sostenere l’economia locale. La gara di Campionato Italiano del 18 maggio 2014, ha dimostrato che si può fare.

“Albergo diffuso”, coinvolgimento di tutte le attività economiche e di una organizzazione di categoria come Confartigianato, sono stati gli ingredienti di un successo che è ancora nella memoria di tutti, piloti, accompagnatori e ovviamente la popolazione.

Una sfida importante per il nostro tempo. L’ambiente, così come lo conosciamo, è anche frutto della sua interazione con gli abitanti votati ad uno uso attento delle risorse naturali per garantire la loro sopravvivenza senza esaurirle. I trialisti del luogo hanno dimostrato di essere una parte importante del territorio. Hanno sconfitto con i fatti i detrattori di questo sport, gli scettici e coloro che parlano e spesso sparlano, lanciando invettive ed insulti sui social network. Da una “montagna” di rovi “condita” da ogni tipo di rifiuti, è nato un luogo ameno, godibile, restituito al suo antico splendore: questo è il TRIAL PARK “U BUCCUMERONE”. Vedere per credere!

Il trial è una presenza che si è sviluppata nel rispetto del territorio insieme con la vita scandita dai cicli della natura che, oggi, difficilmente si riuscirebbe ad immaginare. La moto da trial si è sintonizzata con i ritmi della presunta “modernità” in cui viviamo. Qui è arrivata negli anni 70 e la gente la usava e la usa anche per lavorare. Sono molti gli allevatori ed i pastori che la conservano gelosamente in garage o nella stalla. Le Valli del Canera, con la loro particolare orografia, sono dense di situazioni simili dove molti paesini e frazioni sperduti nelle valli, sono stati abbandonati per l’assenza di infrastrutture.

“Noi vogliamo, afferma il neo Presidente Alessandro TRECCI, riscoprire il nostro passato. Siamo fortemente attaccati alle nostre radici, riporteremo alla luce luoghi storici dove i nostri nonni hanno passato momenti importanti della loro vita. Nel nostro progetto vogliamo coinvolgere pro-loco, associazioni, Comuni e chiunque ha a cuore le sorti del territorio. Coniugare la storia e le tradizioni attraendo nuove opportunità nel rispetto dell’ambiente. Veniteci a trovare, ha concluso Trecci, potrete toccare con mano ed ammirare le magnifiche bellezze di questi luoghi”. In bocca al lupo al moto club 3 Valli che, siamo sicuri, saprà ancora regalarci straordinari momenti di sport.
Alcune foto

IL TROFEO CENTRO SUD CHIUDE
A MONTE SAN GIOVANNI
01/10/2015
Dopo la splendida gara del Campionato Italiano 2014, il grande trial è tornato a Monte San Giovanni in Sabina. È stata una giornata speciale in quanto i soci del moto club 3 VALLI hanno potuto festeggiare nel migliore dei modi la concessione dell’area autorizzata denominata TRIAL PARK “U BUCCUMERONE”. I
l lungo iter burocratico si è concluso proprio in questi giorni. E così è stata allestita una bella gara, forse la più bella dell’anno. Hanno speso parole di ammirazione i rappresentanti dell’FMI intervenuti all’evento, a partire da Andrea Valenti, del Comitato trial Nazionale, passando per Danilo IRTI, verificatore delle zone e finendo con Onelio Salsano coordinatore del Trofeo e direttore di gara. Alla premiazione finale non sono voluti mancare il Sindaco Salvatore Mei, il vice–sindaco Claudio Autizi ed il Consigliere Alessandro Trecci, anima e corpo del progetto trial a Monte San Giovanni.
Un ringraziamento al Ristorante “CAPPARELLA” che ha messo a disposizione una bella e funzionale struttura che difficilmente si riscontra nei “campi” di gara. Coreografia e location delle grandi occasioni.
Peccato il numero di piloti troppo esiguo per un evento del genere. Ottimo il livello delle zone, tutte tracciate all’interno del TRIAL PARK ed accessibili dal numeroso pubblico accorso ad assistere alle evoluzioni dei piloti.
Per l’occasione è arrivato anche il Commissario del CO.RE LAZIO Massimo Simonetti. I risultati? Nella TR3 OVER cavalcata solitaria del reatino Federico Patacchiola. Nella TR3 Prisco Pezzella fa il vuoto dietro di se. Nella TR4 vince Mirco Martelloni , sul terzo gradino del podio il portacolori del moto club 3 Valli Alessandro Caselli. Nella TR5 si impone Maurizio Aluffi che si aggiudica anche il Trofeo. Sul podio l’amico e compagno di Team Filippo Colalelli. Nella TR3 125 successo di Francesco Marchetti, che spesso si allena da queste parti. Nella Juniores C successo per il bravo Mario Parricelli che si impone di misura su Niko Giaquinto.
Al termine della manifestazione sono stati premiati anche i primi tre piloti classificati del Trofeo. Oltre alla medaglia dell’FMI una bottiglia di buon vino sabino offerto dalla Camera di Commercio di Rieti.

Guarda alcune foto


Fai una breve introduzione sul posto ove si svolgerà la manifestazione…..

Benvenuti a Monte San Giovanni In Sabina, (RIETI), piccolo paese adagiato sui Monti Sabini e avamposto delle Valli del Canera.
722 abitanti e una storia che parla di Trial fin dagli anni ’70. Qui si sono organizzate le prime gare e qui sono nati e cresciuti tanti appassionati. È il territorio più amato dai piloti del moto club 3 Valli, tanto da diventare punto di riferimento principale dell’attività agonistica, di promozione e di allenamento. Da quest’anno l’Amministrazione comunale ha deliberato di concedere una vasta area da dedicare alla prativa del Trial. E cosi è nato il TRIAL PARK “U BUCCUMERONE” dal nome del promontorio che delimita la parte alta del percorso. La V prova del Campionato Centro Sud si svolgerà all’interno del Trial Park, completamente accessibile al pubblico. Proprio in questi giorni è stato inaugurato un nuovo ristorante, che fungerà da luogo di partenza e arrivo della gara. Questo consentirà di evitare che la manifestazione interferisca il meno possibile con strade aperte al traffico.
Classiche 8 zone, da ripetersi per tre volte, su un percorso di 4 km circa a giro.
La manifestazione avrà inizio alle ore 9.00 ed il primo concorrente prenderà il via alle ore 10,00.
Per ulteriori informazioni contattare:
Maurizio, 348.7331616,
Alessandro Trecci 339.5213701 / 335.5388137,
Alessandro Caselli 339.8437079 / 324.5420385.
Per la logistica ci si potrà rivolgere direttamente al comune di Monte San Giovanni in Sabina 0765.333013 chiedendo di Roberta Capparella.

Vi aspettiamo con la certezza di farvi vivere una splendida giornata di sport.

CI SALVA IL SOLITO FILIPPO COLALELLI !!
24/05/2015
Per la seconda prova del Trofeo Centro Sud ci si sposta in Umbria ed esattamente a GUALDO TADINO, dove il locale moto club, il giorno 26 aprile 2015, ha “ospitato” oltre ottanta piloti. Finalmente un buon numero che fa ben sperare per il futuro.

Una bella gara, otto zone da ripetersi per tre volte. Tempo tirato, più per la lunghezza del trasferimento che per la difficoltà delle zone o per le file. Tanti i piloti del moto club 3Valli ma con un solo, ennesimo, grande risultato. Quello di Filippo Colalelli, che nella TR5, combatte fino alla fine con Alessio Fontana che supera per il fattore tempo. Discreto quarto posto per Maurizio Aluffi. Nella TR4 il migliore è Alessandro Caselli, nono, seguito da Daniele Proietti, decimo, Alberto Santi, dodicesimo e Rinaldo Ciampolillo ventunesimo. Nella TR3, Fabio Serani riesce a finire la gara e a chiudere al settimo posto

Guarda alcune foto
FILIPPO COLALELLI RÈ DI CAVA
05/04/2015
Il Trofeo Centro-Sud riparte da Cava dei Tirreni. Una lunga trasferta per i piloti del trial team Valli del Canera, quasi 400km, ma nonostante il forte disagio ci siamo presentati in sette.
Un freddo e fastidioso vento ha accolto quanti si sono presentati il giorno precedente la gara, condizioni meteo insolite per la località. La partenza è stata allestita in frazione Croce di Cava, nella montagna che sovrasta la nota località turistica Vietri sul Mare. “Il sabato pomeriggio siamo scesi sul lungomare, ci racconta Maurizio Aluffi, attratti da un luogo ameno e rinomato, cosi come tutta la Costiera Amalfitana. Le foto che vedete sono la dimostrazione della bellezza di questi luoghi, e di quanto la gente li apprezzi, anche se la stagione estiva è ancora lontana”.
Domenica 29 Marzo, lo staff del presidente Marco Bisogno, ha preparato al meglio la location per iscrizioni e spuntino mattutino, presso il ristorante “La Colombaccia”.
Trentotto piloti al VIA! Decisamente pochi per un Trofeo, che dopo il Campionato Italiano, è la manifestazione più importante in Italia. Le cause sono sempre le stesse: costi, poca promozione dei club, mancanze di aree destinate al Trial, ma anche poco spirito di sacrificio da parte delle nuove generazioni, ma veniamo alla gara.
Otto zone, da ripetersi tre volte, tutte disegnate in una area distante, non più di due/tre chilometri dalla partenza. Peccato che ad assistere allo spettacolo ci siano state poche persone, anche perché le zone sono state disegnate con la solita diligenza dall’ inesauribile Onelio Salsano.
A partire i primi sono stai i piloti della TR5, Filippo Colalelli è partito alla grande. Il nostro portacolori ha inanellato zeri su zeri ed ha concluso la giornata con una sola penalità, peraltro accusata alla terzultima zona del terzo giro conclusivo. Al secondo posto il compagno di team, Maurizio Aluffi, al debutto con la JTG, distanziato di due penalità. Bravo Fabrizio Iucci, quarto a completare il successo di squadra del moto club 3 Valli.
Nella categoria TR4, la più numerosa, ritorno alla grande di Luca Menichelli che supera di una sola penalità Massimiliano Rosichetti. Primo,dei piloti del trial Team Valli del Canera, Daniele Proietti, in sella ad una GASGAS, sesto. Buon ritorno per Alberto Santi, settimo, con la nuova SHERCO . Un ben tornato, dopo un anno di calvario, per Rinaldo Ciampolillo, decimo.
Nella TR3 dominio assoluto di Prisco Pezzella. Buon terzo posto per il nostro Fabio Serani, con la fida SHERCO. Grande ritorno di Federico Patacchiola nella TR3over, che con la BETA EVO 4T , batte Roberto Anastasi. TR3 125 ad Emiliano Bisogno, pilota di casa, che conclude la gara con sole 13 penalità. Gara in solitario per Davide Zaccagnini, nella TR2 e cartellino immacolato, zero penalità!!
Categoria Juniores: due giovanissimi battagliano a lungo. La spunta, abbastanza nettamente, Mario Parricelli, con 16 penalità, su Niko Giaquinto che alla fine conterà 27.

Prossimo appuntamento a Gualdo Tadino, il 26 Aprile 2015.

Classifica

Guarda alcune foto

Auguri a tutti!!!

TROFEO CENTRO SUD 1° PROVA
29.03.2015 CAVA DE’ TIRRENI
29/03/2015
Il Moto Club Trial Cava inaugura nel migliore dei modi la stagione agonistica in Campania organizzando la prima prova del Trofeo Centro Sud di Trial FMI. La località scelta dallo staff del presidente Bisogno Marco, Fraz. Croce Di Cava con partenza dall’area parcheggio del ristorante “La Colombaccia” dove verrà allestito anche il paddock. 8 le zone previste si raggiungono percorrendo un breve tratto di strada comunale per poi inoltrarsi su strada sterrata ove verrà posizionato un gazebo per il cambio cartellino, da ripetere 3 volte e alle 10:00 in punto il via con il primo concorrente ad assaggiare le difficoltà preparate ad hoc dal moto club ospitante.
DEBUTTO DELL’ALL TRIAL NEL LAZIO
17/03/2015
Il debutto dell’ALL TRIAL nel Lazio non poteva essere migliore nonostante un sabato notte all’insegna del cattivo tempo e che le previsioni per la domenica non fossero delle migliori. Al via si sono presentato una venticinquina di piloti.
Non pochi, considerando che siamo all’inizio della stagione e in pieno inverno. Ma i soci del moto club 3 valli hanno voluto saggiare subito il nuovo corso dell’ALL TRIAL laziale. Una formula, inedita quella dell’ALL TRIAL. Zone facili, tre tipi di percorso (nero, bianco, giallo) e tanto divertimento. E poi si può partecipare anche solo con la Tessera Member. Al termine rinfresco e premi per tutti. Il percorso di gara ha ricalcato quello dell’ indimenticato Campionato Italiano del 18 maggio 2014. Quindi, ancora Monte San Giovanni in Sabina, comune dove il moto club 3 valli ha di fatto accentrato gran parte delle sue attività. Gli amministratori locali sono ben felici di questa scelta cosi come gli operatori economici. Questa volta il punto nevralgico dell’evento è stato spostato in località Immaginetta, dove Silvano Pastorelli, appassionato trialista, ha messo a disposizione  l’intera struttura ricettiva, bar-ristorante, una sala per le operazioni preliminari e quanto potesse servire per la buona riuscita dell’evento. 7 le zone, da ripetersi per tre volte, dislocate in un percorso di circa 7-8 chilometri a giro. La pioggia caduta incessantemente per ore ha reso molto difficile soprattutto il percorso giallo. Ma contro ogni più rosea previsione, le condizioni meteo sono migliorate notevolmente, e cosi sono migliorate le performance dei piloti. Si è rivisto un Gimmi Rossi pimpante in sella alla GAS GAS e un Luca Menichelli con la OSSA FUTURE, a cui gli anno non hanno tolto voglia e capacità di fare bene. Diversi i piloti locali al via, il più in forma è apparso Alessandro Caselli. Al debutto Alberto Santi con una sfavillante SHERCO 300.
Al termine tante “ prelibatezze” per tutti. Per le premiazioni la parte dello speacher è toccata a Onelio Salsano. Lotteria e tanti premi. Nikita Di Giacomo e Matteo Rossi si sono portati a casa due Michelin Light, lubrificante MOTOREX  per gli altri piloti. Premi anche per i Moto Club  TRIAL CLUB RIETI, SPOLETO E GUALDO TADINO.
Per il prossimo appuntamento sempre a Rieti, l’organizzazione della II Prova toccherà al MOTO TRIAL  CLUB RIETI, il 7 Luglio 2015, località da definire.


Lettera Moto Club Lazio
09/02//2015

MOTO CLUB DEL LAZIO

 

Oggetto: progetto ALL TRIAL LAZIO 2015

 

Cari amici,
ho avuto il piacere di ricevere dal commissario del CO.RE LAZIO Maurizio Simonetti, l’incarico di coordinare e rilanciare il trial nella nostra regione. Ho presentato un progetto, apprezzato non solo dal Comitato Regionale, ma anche dal Coordinatore Nazionale Albino Teobaldi e degli altri componenti. Vorrei condividere con voi, obbiettivi e percorsi ed è per questo che vi do e vi chiedo massima collaborazione. Abbiamo partecipato al Trofeo delle Regioni, erano anni che non c’era traccia delle nostre squadre, e questo è già un successo, ma la vera sfida comincia adesso. Ripartiamo con l’ALL TRIAL per riavvicinare gli appassionati al mondo agonistico. Zone facili e divertenti, con una importante novità: SI POTRÀ PARTECIPARE ANCHE CON LA SOLA TESSERA MEMBER. Quattro le date in programma. I moto club che vorranno organizzare una di queste manifestazioni avranno tutto il supporto necessario del CO.RE LAZIO. Nel dettaglio vi invito a leggere il regolamento allegato alla presente.
In attesa di vostri suggerimenti e con la speranza di incontrarvi presto vi invio cordiali saluti.

 

In allegato:

  1. regolamento ALL TRIAL 2015  
  2. calendario per attività territoriali regionali & interregionali

 

IL COORDINATORE TRIAL
MAURIZIO ALUFFI

SFILANO I CAMPIONI DEL LAZIO
01/02//2015
Sabato 10 gennaio 2015, al Palazzo del Coni , sono stati premiati i campioni 2014 del trial laziale.
Una sala gremita in ogni ordine di posti ha accolto i piloti di tutte le specialità motoristiche. A presiedere l’evento il Commissario Regionale FMI Maurizio Simonetti, in rappresentanza della Commissione TRIAL Nazionale è arrivato Onelio Salsano.
Il 2015 sarà l’anno della svolta? Se lo augurano tutti gli appassionati. Il Commissario ha voluto da subito dare un segno di continuità con quanto aveva già prefigurato la “ vecchia” gestione e cioè affidare a Maurizio Aluffi la guida del “movimento”. Il segnale era già arrivato dalla partecipazione del Lazio al Trofeo delle Regioni.
Dopo anni e anni Maurizio era riuscito a portare tre squadre, raccogliendo il plauso del Coordinatore Nazionale Albino Teobaldi e lusinghieri risultati.
Poi è arrivato un ambizioso programma di rilancio. Tanti i piloti del moto club 3 Valli presenti. In testa Alessandro Caselli che si è aggiudicato il titolo regionale e ha trionfato nel Campionato Centro Sud nella categorie TR4, cosi come Filippo Cololelli nella TR5OVER.
Riconoscimenti anche per Giorgio Aluffi, secondo nella TR3, Nikita di Giacomo Terzo nella TR4, Silvano Carrai primo nella TR4 Over, Alfredo Cimaroli secondo nella TR5 Over. Tutto questo a riprova della vitalità del trial reatino e dell’attività svolta dal Moto Club 3 Valli e dal Trial Team Valli del Canera.
E gli altri??
Nella TR3 si è aggiudicato il titolo Manuel Mastracci, mentre nella TR5 Daniele Fiorio ha preceduto il compagno di squadra Luca Ramacci.
Guarda le foto
SI RICOMINCIA DA MONTE SAN GIOVANNI IN SABINA APPUNTAMENTO PER IL 22 FEBBRAIO
30/01//2015

Si ricomincia presto quest’anno ….
M_San_Giovanni
Il 22 febbraio il primo appuntamento. A dare il via alle “danze” ci penserà il moto club 3 Valli e quale località migliore poteva essere prescelta se non Monte San Giovanni In Sabina? Qui si è svolta la più bella gara di Campionato Italiano del 2014, qui si è contato il numero massimo di piloti partecipanti con una partecipazione di pubblico senza eguali. Saranno gli stessi “luoghi” di quel fatidico 18 Maggio 2014 ad ospitare la 1° prova dell’ All Trial Lazio 2015, la 1° prova del Campionato Regionale Lazio e del Trofeo MYTRIAL.  7 zone da ripetersi per tre volte, terra, sassi, rocce e tanto divertimento .
E con l’ALL TRIAL arriva la possibilità di partecipare anche solo con la tessera FMI MEMBER, che può essere richiesta sul posto.
E la difficoltà delle zone la deciderete voi!!! Cosa volete di più???

Maggiori informazioni nei prossimi giorni.

Guarda alcune foto
CONSIDERAZIONI
29/01//2015
Al Presidente del Comitato Regionale Lazio
e p.c.   Al Coordinatore Nazionale Trial
            
Ill.mo Presidente,
quest’anno ho guardato al trial più da organizzatore che da pilota. D’altronde organizzare una gara di Campionato Italiano non è una cosa semplice, specie se non si ha alle spalle un’organizzazione non abituata ai grandi eventi e con mezzi limitati.
È andata bene, 167 piloti è un record, almeno per il 2014, ed essere ancora oggi ricordati come coloro che hanno allestito un percorso ineguagliabile, fa sinceramente piacere. Ho passato le mie ferie lavorando per questo appuntamento, non ne sono pentito, anche se per un lungo periodo di tempo ho pensato che era meglio dedicarmi ad altro. Poi mi sono ripreso e ho cercato di capire gli umori, mi sono preoccupato di seguire qualche gara del Campionato Centro – Sud ed infine il Trial delle Regioni. Nel Centro – Sud ho visto tanta rassegnazione, pochi piloti, un’organizzazione austera. Tutto è diventato difficile. È vero che la crisi economica intristisce ma la rassegnazione è un’altra cosa. Oggi il denaro scarseggia, ripetere situazioni di qualche tempo fa è improponibile ma la voglia di fare e di crescere non dovrebbe mai venire meno. Tutti hanno voglia di lamentarsi, i club che organizzano, i piloti, gli accompagnatori, i vecchi appassionati. I budget sono quelli che sono, nella maggior parte dei casi tiratissimi.
Avrei voluto “godermi” un ambiente più bello, propositivo, allegro, e invece solo rassegnazione. Ma così il trial imbocca una strada in discesa molto pericolosa. Una caduta libera, controproducente e assolutamente nociva. Ma proprio da queste difficoltà mi è ritornata la voglia di impegnarmi in prima persona.
Il nostro sport è bello, spettacolare, ma bisogna promuoverlo. E questo non si può fare organizzando gare dove non arriva nessuno, lontano dalle città, in zone impervie. Se mi sarà data la possibilità mi impegnerò a dare una immagine diversa al trial laziale, ricercando sponsor, coinvolgendo tutti i club che promuovono il trial, lavorando a fianco della FMI e in particolare al coordinamento trial.
Il “progetto Lazio” nasce da alcune mie analisi e riflessioni, consapevole che può essere attuato con la condivisione e la partecipazione di tutti gli attori protagonisti del nostro amato sport.

Maurizio Aluffi

PROGETTO LAZIO
29/01//2015
COORDINAMENTO MOTO CLUB
Il rilancio del trial non può che passare per i moto club. Negli ultimi anni sono diminuiti i piloti, gli appassionati le manifestazioni. Nel Lazio il trial continua ad essere praticato in ben definiti ambiti territoriali grazie all’attività di “vecchi” ex piloti che non hanno mai smesso di dedicarsi alla loro passione. E così il trial sopravvive con una rappresentanza a macchia di leopardo localizzato principalmente nel reatino, frusinate e viterbese. Occorre creare un coordinamento tra i club che sappia superare antiche gelosie e “voglia” di sentirsi i migliori. Ripartire da zero, volontà di cooperare, darsi una mano, soprattutto dal punto di vista organizzativo, è questa la ricetta. Non si può pensare che l’organizzazione di una gara, anche se prestigiosa, possa essere la principale attività di un moto club, specie se alle spalle non lascia tracce.
RIPARTIAMO DALL’ALL TRIAL
Abbiamo assolutamente bisogno di far crescere il numero di piloti nella nostra Regione. In questi anni abbiamo assistito ad un calo preoccupante di interesse verso il trial. Le cause possono essere diverse ma la principale credo vada ricercata nello scarso impegno dei moto club nello sviluppare le attività di base, e ciò fa si che venga meno un bacino di utenza da cui “pescare” nuovi piloti. C’è bisogno di una inversione di tendenza. L’intuizione del Comitato trial nazionale nell’incentivare manifestazioni come l’All Trial mi sembra la strada giusta. Gare facili, costi bassi, per piloti ed organizzatori. Una formula che altrove ha già dato discreti risultati. I buoni uffici con il Coordinatore Nazionale Albino Teobaldi e gli altri membri del Comitato, lasciano presagire che non sarebbe impossibile pensare di organizzare una serie di tre – quattro gare di questo genere nel Lazio. Un modo per rivitalizzare i moto club e coinvolgerli in un progetto trial che in due – tre anni faccia tornare la nostra Regione ai livelli di qualche anno fa. CAMPIONATO REGIONALE 2015
Un vero e proprio Campionato regionale non esiste più da anni. Abbiamo escogitato meccanismi che di fatto hanno permesso l’estrapolazione di una classifica da altre gare, vedi Trofeo – Campionato centro sud, ma di un vero campionato non vi è traccia. Sulla scorta di esperienze come quella della macro regione Umbria e Marche si potrebbe pensare ad un analogo progetto Lazio, Abruzzo, Molise e Campania. Questo consentirebbe una partecipazione dignitosa di piloti che garantirebbe ai club di coprire le spese di organizzazione della gara. Se questa fosse la strada percorribile si potrebbe pensare ad un campionato con almeno cinque prove con due – tre appuntamenti nel Lazio. Ai moto club andrebbe “imposto”, come dovere morale, l’organizzazione di un appuntamento regionale prima di richiedere una gara nazionale, o quantomeno, il Comitato regionale FMI dovrebbe tenerne conto, laddove venisse richiesto un parere sull’effettiva attività svolta dal moto club.
SCUOLE DI TRIAL E/O AVVIAMENTO AL TRIAL
Il trial è uno sport motoristico particolare che richiede una tecnica di guida peculiare. Non basta avere una propensione verso la pratica di questo sport, occorre un addestramento sia fisico che mentale che va sviluppato gradualmente. La FMI si è dotata di tecnici federali capaci di insegnare ai diversi livelli: principianti, piloti che si avvicinano alla pratica agonistica, piloti di livello. In accordo con i moto club, andrebbero calendarizzati  un paio di appuntamenti annuali con la FMI. Spesso proprio da queste iniziative nascono praticanti e si formano giovani. Non dimentichiamo che il trial potrebbe tranquillamente essere pubblicizzato nelle scuole coinvolgendo i genitori, tranquillizzandoli sui rischi che comporta la pratica di questo sport, senza trascurare l’aspetto formativo che da esso se ne può ricavare. Non trascurerei le scuole con i cosiddetti “piloti di grido”, creano interesse, destano curiosità, ma non ritengo che sia questa la strada giusta per portare nuova linfa al trial e incrementare il parco piloti.
DOVE PRATICARE IL TRIAL
In realtà la pratica del trial sarebbe vietata in tutto il territorio regionale. Ciò pone decine, per non dire centinaia, di trialisti nella condizione di illegalità ogni volta che affrontano un sentiero di montagna o quando si cimentano nel superamento di ostacoli naturali, quali massi, ruscelli, scarpate, ecc. Per un giovane avvicinarsi ad uno sport che di fatto è impraticabile se non con il rischio di essere multati o di vedersi sequestrata la moto, è impensabile. Per un genitore diventa difficile invogliare il proprio figlio o, peggio ancora, sborsare un bel po’ di quattrini per acquistare una moto che di fatto non può essere usata. Con questo scenario è impossibile non avviare un’opera di sensibilizzazione verso i moto club perché si attivino affinché possano essere reperite aree autorizzate per la pratica del trial. Capisco le difficoltà, l’ostracismo di certe amministrazioni, ma non c’è altra via. La situazione, viste le esperienze del Nord, volge verso il peggio. In Piemonte, solo per fare un esempio, se non ci fossero state le aree autorizzate, il trial sarebbe morto. Ad oggi solo in provincia di Rieti esistono aree autorizzate: a Cittareale (Moto Club Tre Valli), a Santa Rufina di Cittaducale (Moto Club 97 S. Rufina), nelle Valli del Canera (Moto Club Tre Valli). Nel 2015 forse anche nel Comune di Monte San Giovanni in Sabina, nascerà un’area autorizzata e sempre grazie al Moto Club Tre Valli. Per la verità anche nel Comune di Civita Castellana esiste un luogo dove praticare il trial, un’area privata i cui proprietari sono ben felici di vederci girare moto e piloti. Il CO.RE Lazio dovrà dotarsi di un servizio di assistenza ai club che vorranno intraprendere la strada per richiedere un’area.

IL TRIAL DELLE REGIONI
Dopo tanti anni siamo riusciti a riportare il Lazio al Trial delle Regioni. Tre squadre, come le regioni dove il trial ha una antica tradizione e che vantano un cospicuo numero di piloti. Può essere una base di partenza. Nel 2015 però la partecipazione va programmata per tempo e sarà necessaria un’organizzazione più impegnativa visto che l’appuntamento è a Vittorio Veneto (TV). Anche se il regolamento lo permetta, credo sia necessario premiare la presenza nelle squadre di piloti che oltre ad essere residenti nel Lazio, vestano i colori dei club della nostra regione. È con questo spirito che forse occorrerebbe invitare i nostri piloti, a prescindere dal team di appartenenza, a tesserarsi con i moto club laziali.
GARE TITOLATE NAZIONALI
Alla fine di ogni anno si ripropone la rincorsa dei moto club a chi arriva prima per accaparrarsi una gara titolata per l’anno successivo. Più che una “lotta" occorrerebbe fare fronte comune tra moto club, scegliendo località dove il trial è ben accetto e magari nell’evento e con l’evento possano essere coinvolti operatori economici e forze politiche. La gara titolata deve unire e non dividere, deve altresì lasciare un buon ricordo per chi ci ha partecipato e per chi l’ha ospitata. Meglio ancora se rimanesse una traccia nel tempo, magari con un’area autorizzata dove si è svolta la manifestazione. Il Comitato Regionale avrà il compito di impegnarsi nella promozione degli eventi più importanti, sostenendo iniziative collaterali, aiutando i club nella ricerca di partner istituzionali e commerciali. C’è bisogno di avviare un’opera di restyling che coinvolga l’intero movimento. La gara titolata rappresenta una vetrina che va studiata e allestita nel modo migliore, ne va dell’immagine del trial e del moto club che l’organizza.
Maurizio Aluffi
DAL MOTOALPINISMO TANTE
PIACEVOLI EMOZIONI..........
Non sono un grande appassionato di motoalpinismo, o meglio non amo i grandi "affollamenti", le "orde" di trialisti che scorrazzano sui monti.
Piuttosto ho un rispetto profondo della montagna, mi piace accarezzare con gli occhi le linee lontane delle cime. Mi dispiace disturbare e quasi mi sento un intruso, un irregolare, quando incontro la gente a piedi che magari viene via dalla citta' per liberare il cervello da una cappa di pensieri e di smog. E cosi quelle poche volte che vado chiamo un amico che vive nella e per la montagna: Romolo. Condividiamo una grande passione, quella per il trial, ma abbiamo anche  gli stessi principi. Andiamo da soli, silenziosi e non dove potremmo arrecare danni o disturbo.
Mai di domenica. Anche quest'anno ci siamo "gustate" due splendide giornate.

Mi alzo presto, ma l'orologio corre e per essere puntuale non mi resta molto tempo. Romolo mi aspetta. Sono pronto a godere di un "mondo" avviato lentamente e inconsapevolmente verso la fine. Sempre meno persone sono disposte a restare tra montagne e colline ormai completamente disabitate, "spiagge libere". Eppure questo è il paradiso.
Sono sulla Vecchia Salaria, e mi diriggo verso Antrodoco. Romolo, la mia guida, appartiene alla categoria di quelli che hanno deciso di restare. E lo ha fatto con piacere e passione, come me d'altronde. Siamo vecchi, siamo dei sognatori.
Il mio pensiero vola lontano, tra un pò sarò tra le nuvole basse, potrò guardare dall'alto la Valle del Velino. Sfiorare il Monte Elefante, accarezzare il suo lento declinare.
Anche un panino a 1800 metri di altezza acquista un sapore diverso.
Che giornata!!!!!
Alle immagini lascio la musica dei colori a voi i sogni e tante piacevoli emozioni............

Maurizio

 
Guarda altre foto
UN OMAGGIO AGLI AMICI DI FOLGARIA
Il Campionato Italiano Marathon è finito e forse, non si farà più, verrà soppresso.
Questo non toglie nulla però ai meriti dei moto club organizzatori che si sono sempre mostrati all'altezza della situazione. Credo che non facciamo torti a nessuno se indichiamo la gara svoltasi nelle Valli del Canera come la più bella seguita a ruota dalla Due Giorni di Folgaria. Ed è proprio a quest'ultima che vogliamo dedicare questo servizio fotografico.
Grazie agli amici trentini per l'ospitalità e per la partecipazione alla "nostra" gara.
Guarda le foto
ALMENO LE FOTO RIMANGONO........
Visto che non ci sarà un'altra edizione della Due Giorni delle Valli del Canera, godetevi queste foto e magari fatevi raccontare questa esperienza, che rimarrà unica, da chi ha avuto la fortuna di parteciparvi.
Guarda le foto
LE VALLI DEL CANERA SOTTO LA NEVE
In queste splendide valli della provincia reatina, il 26 e 27 Maggio 2012, farà tappa il Campionato Italiano Marathon. Un evento straordinario, il primo dalla Lombardia in giù. Un grande riconoscimento al lavoro svolto dai soci del MOTO CLUB 3 VALLI in questi anni.
;Un'occasione per far conoscere e valorizzare un territorio unico e incontaminato.
Intanto guardate le foto, poi vi aspettiamo a primavera dove il verde intenso prenderà il prato dalla neve.
Guarda le foto
GRANDE SUCCESSO PER L'OSSA DAY DI RIETI

Tanti appassionati hanno partecipato alla presentazione della Ossa 280i my2012.
Due sono state le moto messe gentilmente a disposizione dalla Molinari Group per quanti hanno accettato l'invito del Trial Team Valli del Canera.
E cosi, in una splendida giornata di sole, nei pressi dell'ex tiro al piattello del comune di Monte San Giovanni in Sabina, vi è stato un lungo andirivieni di piloti e semplici curiosi, che hanno potuto saggiare le doti delle moto spagnole.
I commenti sono stati più che positivi. Le Ossa sono moto versatili, leggere, facili da guidare.
Diversi i piloti del Trial Team Valli del Canera presenti. Tra i primi ad arrivare Gimmi Rossi, uno che di moto se ne intende............e poi Giorgio Aluffi, Matteo Palmerini, Alessandro Caselli, Fabio Di Bartolomeo e tanti altri.
Alla fine si conteranno una cinquantina di tester. " Un successo molto superiore alle attese.
L'idea è piaciuta, speriamo di poterla ripetere" ha commentato Maurizio Aluffi team manager del Trial Team Valli del Canera.
Guarda le foto
IL MONDIALE VISTO DA UN GIUDICE DI ZONA
Quando Francesco Grupi, responsabile nazionale del pool, mi propose di fare il giudice di zona al mondiale, rimasi sorpreso. Sono pur sempre un pilota mi dissi, ho fatto qualche esperienza come giudice, ma il mondiale è un’altra cosa.
Ma c’è sempre una prima volta, così ho detto ok.
Ho coinvolto Cinzia, mia moglie, anche lei giudice “federale”, molto più esperta di me nell’uso di un “aggeggio” che gli addetti ai lavori chiamano palmare, e siamo partiti alla volta di Montecrestese.
Il sabato c’è stato l’europeo e noi, insieme con altri due aiutanti siamo stati a mandati a “presidiare” la zona 1. Tutto sommato ce la siamo cavata. Non ci sono state discussioni e tutto è filato liscio. Il mondiale però era in programma il giorno dopo ed era lì che ci saremmo giocati la “reputazione”. Ancora alla prima zona. Una folla immensa e la zona sembra pure molto impegnativa. Quando arrivano i big sono un po’ preoccupato. Numeri da capogiro, autentici marziani, passano quasi tutti a zero. Che spettacolo!!! Quasi mi dimentico che sono un giudice, sono attratto da gesta atletiche inimitabili. Nonostante il caldo e la polvere mi diverto grazie anche all’aiuto di Cinzia e di altri tre “aiutanti” del moto club organizzatore, e si perché a controllare siamo addirittura in cinque. Al termine della gara continuo a pensare che è meglio fare il pilota ma anche il giudice è un lavoro impegnativo e divertente. Guarda le foto

NEL MONDO DEI SOGNI CON DARIO FIORE
Sono passati tanti anni da quando ho conosciuto Dario Fiore, un personaggio unico.
Uno che non c’è luogo nel nostro paese dove non ha poggiato una ruota della sua moto da trial.
Ha girato l’Italia in lungo e largo non disdegnando qualche puntatina anche fuori dai nostri confini, come ha fatto questa volta. Non si è limitato alla moto da trial, qualche fuori programma con l’enduro è parte integrante del suo curriculum.
Di lui mi ha sempre colpito la perizia che mette nell’organizzare le sue “spedizioni”. Famoso è lo zaino, dove trovi di tutto e che non abbandona mai, direi un compagno inseparabile.
È l’orgoglio del Moto Club Tre Valli che qualche tempo fa lo insignì di un riconoscimento che la dice lunga sul suo carisma: “motoalpinista dell’anno”.
Con lui ricordo una memorabile scalata sulle Alpi. La sua meticolosità è risposta nella casa dove conserva, mappa, foto, itinerari e racconti di tutte le sue uscite.
Ragazzi, cosa dire di più…

Guardate dove è andato a finire questa volta…

CITTAREALE NEL CUORE
John e Giliam

John e Giliam sono venuti dall’Olanda per godersi il fresco delle montagne di Cittareale. Con Romolo, Maurizio e Roberto hanno percorso sentieri impegnativi, affrontando ostacoli di ogni genere, sempre con l’entusiasmo di un bambino.
Non hanno dimenticato queste giornate stupende e ci hanno inviato queste foto..... con la promessa che presto torneranno.

FILIPPO, UNO DI NOI
Filippo

Filippo non è un trialista, ma ama tutto ciò che è avventura, natura e libertà. Ci ha inviato alcune foto di incredibile bellezza. Qualcosa di particolare con “vista dall’alto” e non solo.

Grazie.


pagina 1pagina 2  pagina 3

GRAZIE A TUTTI I PILOTI CHE HANNO PORTATO IN GARA I COLORI DEL
TRIAL TEAM VALLI DEL CANERA




Banner
         
| Home | Team | Storia | Area Permanente | Scuola | Come Arrivare | Motoalpinismo | Classifiche | Calendario |
| Moto Storiche | Informazioni Utili | Foto Gare | Foto Itinerari | Link |