logo
TRIAL TEAM VALLI DEL CANERA Tel. 0746/218131 Fax 0746/247209   mail  info@trialvallidelcanera.com
moto





Seguici su Facebook!

In linea
whos.amung.us
 
 
 
SITI AMICI
F.I.M.
trialisti laziali
Motorial
 
 
MULATRIAL DEI MONTI SABINI
19 Marzo 2017
26/02/2017

Al lavoro per l'attesa Mulatrial dei Monti Sabini in programma per il 19 Marzo 2017 a Monte San Giovanni in Sabina (Rieti).
A breve tutte le notizie.


TRIAL PER NORCIA
23/02/2017
Come avevamo preannunciato, il ricavato della mulatrial di Roccantica è andato in aiuto ai terremotati di Norcia. Ci piaceva condividere con voi questo momento. Norcia è un luogo noto ai trialisti e nel passato è stato teatro di appassionanti duelli tra i migliori piloti italiani. E' il luogo di nascita del campione Italiano 2016, Pietro Petrangeli. Norcia è un antico borgo, di una bellezza incomparabile, fatta di paesaggi naturalistici incontaminati.Dove le antiche costruzioni ben si integrano con le moderne strutture produttive. Norcia famosa per i suoi prodotti enogastronomici.
Una passaggiata nel centro storico o sulle verdeggianti montagne, ci fà riscoprire il passato e le nostre passioni, e ci porta verso una difficile comprensione del mondo, specie in un momento come questo dove i famosi eventi sismici si sono accaniti con inaudita violenza distruttiva.
Norcia è il simbolo della resistenza alle avversità, una bandiera che ci aiuta ad andare avanti.
"Noi abbiamo voluto regalare un pò di calore a questa gente, ha affermato Daniele Proietti, titolare di My Trial, che insieme al moto club 3 Valli, ha organizzato l'evento del 27 novembre 2016, e cosi abbiamo pensato di donare delle calde coperte, dei cappelli di lana e dei guanti per difendersi dal freddo".
ABOLITO IL MINDER. E’ LA FINE DI UN EPOCA
23/02/2017
Non bastava la discussa scelta di tornare al regolamento no-stop, bocciato da quasi tutte le nazioni, ora la FIM si prepara ad abolire il “minder” che nella storia del trial ha cambiato più volte “nome”, da “seguidores” a  “assistente”, “acchiappa moto” ecc. Una figura leggendaria che saltava di ostacolo in ostacolo per piazzarsi nei punti critici delle zone dove il pilota poteva non riuscire a superare l’asperità.
Pronto ad afferrare la moto cosi da impedire che la stessa potesse investire il pilota. Una sicurezza in più specie in periodi dove gli ostacoli erano diventati altissimi. una figura che è parte integrante del trial, un consigliere, un meccanico, un amico pronto a dare una bevanda dissetante al pilota.
Abolire questa figura è una follia. Non potendo fare del bene, la FIM fà danni.
Ne perderà lo spettacolo e i piloti saranno più soli e meno sicuri. Bravi!!!!
LA PRIMA DI GIORGIO ALUFFI CON LA SCORPA
04/02/2017
Quest'anno l'inverno è particolare. La mattina c'è un gelo tale da farti bloccare le articolazioni e poi verso ora di pranzo sembra di essere in primavera con un clima mite e soleggiato. Neve non se ne vede nemmeno all'orizzonte dove si erge maestoso il Gran Sasso. Anche le piogge si fanno attendere. E cosi la domenica ci si puo continuare ad allenare senza interruzione. Per questa domenica scegliamo un luogo assolato, uno che negli anni abbiamo frequentato più assiduamente. Un'area privata che abbiamo utilizzato anche per la prova di campionato Italiano del 2014. Sempre a Monte San Giovanni in Sabina in località Coisanti. Il terreno asciutto consente grandi evoluzioni. La roccia friabile garantisce un'aderenza senza uguali. E' l'occasione per saggiare le caratteristiche delle Scorpa appena arrivate. C'è da vedere all'opera Giorgio Aluffi con una special dove spiccano dei bellissimi cerchi arancio fluorescente. Quello che impressiona maggiormente è il motore. Sempre pronto e all'occorrenza potente. Solo pochi minuti per capire che il periodo di adattamento per Giorgio sarà molto breve. Se c'è un neo quello riguarda il mono, "non proprio morbido e un po' lento nel ritorno". Questa l'esclamazione del pilota del moto club 3 Valli. C'è anche Maurizio Aluffi che già da un paio di domenica guida una Scorpa 2016 di 300cc. Partecipano all'allenamento anche Alessandro Caselli, estimatore e pilota quando la moto era interamente francese, e Alessandro Trecci Presidente del moto club 3 Valli. Le moto piacciono e passano di mano in mano. My Trial, ossia Daniele Proietti, sarà "concessionario-distributore" ufficiale della casa ormai quasi interamente spagnola e che quest'anno ha raccolto importanti e significativi riconoscimenti dagli appassionati e dai piloti. Con ogni probabilità nascerà il Team Scorpa centro Italia. Un pool di sponsor consentirà di assistere quasi tutti i piloti che parteciperanno al progetto e contribuiranno a rilanciare il trial nel centro Italia. Della partita farà parte anche Maurizio Aluffi che avrà il compito di curare gli aspetti promozionali e di immagine oltre a tenere i rapporti con quanti sosterranno il Team nella stagione 2017. Per quanto riguarda i piloti è ancora presto per fare nomi, anche se alcune indiscrezioni parlano di un forte impegno nelle categorie Tr3, Tr4 e Tr5. Sicura la partecipazione al trofeo centro-sud, al Campionato italiano e a qualche classica come la "3 giorni della Valtellina". Per i dettagli, alla prossima"puntata".

MULATRIAL DI ROCCANTICA
01/12/2016
“Il 2017 sarà l’anno della svolta”, cosi Maurizio Aluffi, uno che di trial se ne intende.
Che significato dare a questa affermazione?
Le gare titolate non portano nuovi piloti e il grosso degli appassionati non vi partecipa preferendo utilizzare la moto per altri scopi. Prima di tutto per divertirsi, per scoprire le bellezze del territorio, per stare insieme, per rilassarsi, per tenere lontano le stress quotidiano.
E cosi il moto club 3 valli ha deciso di cambiare strada. Anche My trial, azienda che fà capo a Daniele Proietti, grande appassionato, prima che imprenditore, sposa “la causa” e decide di promuovere il trial attraverso l’attività di base.
Ripartire dagli allenamenti sociali, dalle scuole di addestramento trial, dalle gare amatoriali, dalle manifestazioni motoalpinistiche ecc.
Sono stati i ragazzi di Roccantica a lanciare la prima sfida: organizzare un evento a favore della popolazione di Norcia colpita dal terremoto. Nasce cosi il “Trial per Norcia”, una mulatrial che ha avuto come base di partenza l’antico borgo sabino, non nuovo a questi eventi. Già negli anni 80 qui venivano organizzate le prime gare di trial del centro-sud. Marco Sileri, Federico Perfetti, Leonardo Angelelli, Fabrizio Iucci e, ovviamente, Daniele Proietti, hanno tracciato un percorso di circa 30 chilometri, andando a riscoprire antichi tratturi che videro transitare il mai dimenticato Primo Sileri, Mauro Cimini, i fratelli Bianchini, Gabriele Gargani, Nicola Fabricatore ecc. Hanno risposto all’appello degli organizzatori una settantina di piloti provenienti da diverse parti d’Italia. Un grande successo, visto il poco tempo a disposizione per mettere insieme il raduno. Il maltempo dei giorni scorsi ha dato una tregua ma ha lasciato un terreno viscido e fangoso che ha messo a dura prova i piloti, specie nella prima parte del percorso. Partenza alle ore 10. Il paesaggio è bellissimo, come solo in questo periodo sa esserlo. L’autunno, la stagione più dolce dell’anno, quando i boschi si tingono delle sfumature del fuoco e il clima permette ancora di godere suggestive e indimenticabili escursioni all’aria aperta. I Monti Sabini ci regalano la magia dei colori e i sapori della tavola. Il lungo serpentone di trialisti si è diretto verso Monte Pizzuto, attraversando boschi secolari, ripercorrendo sentieri che sono la storia e la tradizione del territorio. Sotto un cielo terzo e un tappeto di foglie “la carovana” ha risalito il sentiero che dalla chiesa di San Michele porta a Valle Gemini. Il mitico Gimmi Rossi, vittima di una brutta caduta, anche se dolorante, riesce ad arrivare al traguardo in compagnia degli amici di sempre: Filippo Colalelli e Federico Patacchiola.
Alle 15,30 i piloti concludono l’escursione. Ma non è ancora finita. Come consuetudine, tutti intorno ad un tavolo per rifocillarsi.
La natura aspra e dura, appena sfiorata dalla mano dell’uomo, ci ha, ancora una volta, regalato, una giornata meravigliosa.
Viva il trial!
FOTO DELLA GIORNATA
Link 1    Link 2
PROVATA . . . .
27/11/2016
Dopo un sabato a contare quanti millimetri di pioggia fossero caduti è arrivata una domenica all’insegna del bel tempo.
Breve giro di telefonate e tutti al bar prima di approdare al Trial Parck “U Buccumerone” a provare la nuova arrivata: la Scorpa. Fornita dal boss di My Trial Daniele Proietti a Maurizio Aluffi, per saggiarne la qualità e rilanciare il marchio che da queste parti riscosse un notevole successo quando ancora era motorizzata Yamaha. Maurizio la portò in gara appena venne importata in Italia. Allora montava il motore rotax ed aveva una potenza impressionante. Era un po’ delicata ma molto innovativa. Altri tempi. Allora era di produzione francese, ora è la “sorella” della Sherco con cui condivide proprietà e gran parte dei materiali con cui viene costruita. Ma se pensate che siano uguali vi sbagliate. L’occhio attento riconosce le differenze e quando la guidi le noti ancora meglio. Per questa prova abbiamo scelto un pilota che è di casa da queste parti: Federico Patacchiola. Dopo dieci anni di 4 tempi sembra deciso a tornare al 2. Ci spostiamo in un’area assolata. Sistemiamo leve, manubrio e sospensioni.
La moto si avvia al primo colpo.
Passa di mano in mano.
Piace molto.
È brillante, leggera, con una buona aderenza. Il Presidente Trecci si dice entusiasta, anche se “stanca” molto . . . Ma le novità non sono finite. Maurizio dice che c’è una concreta possibilità che, insieme a Daniele Proietti, si allestisca un team Scorpa. Ne faranno parte i sopracitati, Giorgio Aluffi, Iucci Fabrizio e qualche giovane promessa.
Nel frattempo, nella giornata di ieri, a Giorgio è stata consegnata una “factory” per prendere confidenza e poi decidere quale modello scegliere. Sarà il pilota di punta nella TR4.
Intanto la Scorpa impressiona e anche Federico Patacchiola ammette: “dopo tanti anni con la Beta 4 tempi non pensavo ad un ambientamento così veloce. La moto mi piace, ha un gran motore, anche sui sassi di grandi dimensioni risponde a dovere, ma è nelle salite che dà il meglio di sé. Una bella sospresa”. Alcune foto

IL TROFEO CHIUDE A SAN MARINO
20/11/2016
L'ultima prova del Trofeo centro-sud si è svolta il giorno 16 ottobre 2016 nella Repubblica di San Marino.
A quest'ultimo appuntamento si sono presentati una cinquantina di piloti.
Classica formula delle 8 zone da ripetersi tre volte (6 per gli Juniores) tutte dislocate in un’area chiusa al traffico e distanti poche centinaia di metri l’una dall’altra. La pioggia molto intensa caduta nella giornata di venerdì ha reso alcuni passaggi molto viscidi, costringendo anche i più bravi e preparati ad aiutarsi con qualche piede. Il percorso di gara ha comunque ottenuto gli ampi consensi degli oltre sessanta partecipanti che hanno affrontato zone certamente tecniche ed insidiose ma assolutamente non pericolose.
Filippo Colalelli, nella TR5 vince gara e titolo e regala una bella soddisfazione al Trial Team Valli del Canera e al moto club 3 Valli.
Nella TR4, assente Giorgio Aluffi, ci ha pensato Alberto Santi a salire sul terzo gradino del podio. Il miglior risultato stagionale per il bravo pilota romano.

I titoli di Campione Trofeo Centro Sud 2016 sono andati a : Pezzella Prisco (TR2), Gasco Giacomo (TR3), Patacchiola Federico (TR3Over), Verniani Silverio (TR4), Colalelli Filippo (TR5), Giaquinto Niko (JB), Valletta Emanuele (JC) e al MC La Stalla tra i CLUB.

Alcune foto della giornata

Classifica Finale Campionato

pagina 1  pagina 2   pagina 3
Ultimo aggiornamento:
26 Febbraio 2017

  NEWS  
dall'Italia e dal Mondo


         
| Home | Team | Storia | Area Permanente | Scuola | Come Arrivare | Motoalpinismo | Classifiche | Calendario |
| Moto Storiche | Informazioni Utili | Foto Gare | Foto Itinerari | Link |
Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio 2017